Trombone

“.. quello che più mi ha influenzato è stato il modo in cui Tommy Dorsey suonava il trombone. Volevo assolutamente che la mia voce funzionasse proprio come un trombone, volevo “suonare” la mia voce come quello strumento...” (Frank Sinatra)



Il trombone è uno strumento a fiato che appartiene alla famiglia degli ottoni. Il suono si ottiene grazie al flusso dell’aria che mette in vibrazione le labbra dello strumentista all’interno di un bocchino. Questa vibrazione viene poi amplificata dallo strumento e genera un timbro che può essere molto dolce e morbido ma anche deciso ed incisivo.

Il trombone può essere “a tiro” (ha una coulisse, ovvero una pompa mobile che permette di fare tutte le note e tutti gli armonici facendo scivolare in avanti e indietro appunto la coulisse o “slide”) oppure “a pistoni” (ha tre tasti che producono i diversi suoni e armonici).
Lo strumento nacque nel 1400 e venne considerato il più completo degli strumenti a bocchino, dato che grazie alla coulisse era in grado di eseguire tutta la scala cromatica. Il trombone ha la possibilità di cambiare il suo timbro naturale inserendo una sordina nella campana. Vi sono molteplici tipologie di sordine: straight, cup, Wha-Wha, Harmon, Pixie, Plunger, Bucket, etc. Vi è inoltre la possibilità di inserire una sordina denominata MUTA, creata appositamente per lo studio in appartamento o in hotel. Una di queste sordine MUTE ha anche un Pick-Up con un’uscita audio che permette di collegare la sordina stessa a un mixer e a un multi effetto, in modo da creare un suono digitale o riprodurre qualsiasi tipo di suono o rumore.

Il trombone con cui in genere si inizia a suonare è il trombone tenore, ma ne esistono anche altri tipi che sono in altre tonalità, ovvero che permettono di fare suoni più acuti o più gravi: il trombone soprano, il contralto, il trombone basso e il trombone contrabbasso. Strumenti affini (con la stessa imboccatura) sono il Flicorno Baritono o Euphonium (Czardas, bombardino solista) e la Tromba Bassa.
Il trombone è uno strumento molto versatile, viene usato nelle orchestre classiche, nelle big band all’americana, nelle orchestre swing oltre che nella musica leggera, nello ska, nel funky, nella musica militare e bandistica, nella musica da ballo, in quella contemporanea e nel rock.

Data la versatilità di questo strumento e l’utilizzo davvero variegato che se ne può fare, il trombone è uno strumento adatto a chiunque voglia avvicinarsi al mondo della musica. L’emissione dell’aria è molto naturale e fra gli strumenti a fiato è uno dei più economici.

 

I BIENNIO
G. Bordner “First Book of Practical Studies”
M. Schlossberg Metodo per Trombone
E. Clarke “Method for Trombone”
S. Pilafian P. Sheridan, “The Brathing Gym”
M. Davis “15 minute warm-up routine”
G. Senon “24 Studi divertenti”
Arban’s famous method for Trombone
Scale diatoniche e cromatiche (anche a memoria)
Altri metodi di pari difficoltà
Esercizi di lettura a prima vista di brani semplici
Esecuzione di brani semplici di diverso genere e stile
Nozioni sulla storia e tecnologia del trombone


II BIENNIO
M. Bordogni “24 Nuovi Vocalizzi alla portata di tutte le voci” (con accompagnamento del pianoforte)
M. Davis “20 minute warm-up”
C. Kopprasch 60 Studi per trombone, Vol.1
Perett, Metodo per trombone, I parte
Arban’s famous method for Trombone
A. La Fosse “Vademecum du Tromboniste”
Primo approccio ad alcuni passi orchestrali e a solo del repertorio lirico-sinfonico
Scale diatoniche e cromatiche (anche a memoria)
Altri metodi di pari difficoltà
Esercizi di lettura a prima vista di brani semplici
Esecuzione di brani semplici di diverso genere e stile, anche di repertorio e con l’accompagnamento del pianoforte
Nozioni sulla storia e tecnologia del trombone


QUINTO ANNO
Peretti, Metodo per trombone, II parte (scelta di alcuni studi)
M. Davis “20 minute warm-up”
Arban’s famous method for Trombone
A. La Fosse “Vademecum du Tromboniste”
Studio di alcuni passi orchestrali e a solo del repertorio lirico-sinfonico
Scale diatoniche e cromatiche (anche a memoria)
Altri metodi di pari difficoltà
Esercizi di lettura a prima vista di brani semplici
Esecuzione di brani semplici di diverso genere e stile, anche di repertorio e con l’accompagnamento del pianoforte
Esercizio e pratica nella lettura e nell’esecuzione di brani in chiave di contralto, basso e tenore
Nozioni sulla storia e tecnologia del trombone

I BIENNIO
G.Bordner “First Book of Practical Studies”
M. Schlossberg Metodo per Trombone
E. Clarke “Method for Trombone”
S. Pilafian P. Sheridan, “The Brathing Gym”
M. Davis “15 minute warm-up routine”
G. Senon “24 Studi divertenti”
Arban’s famous method for Trombone
Scale diatoniche e cromatiche (anche a memoria)
Altri metodi di pari difficoltà
Esercizi di lettura a prima vista di brani semplici
Esecuzione di brani semplici di diverso genere e stile
Nozioni sulla storia e tecnologia del trombone


II BIENNIO
M. Bordogni “24 Nuovi Vocalizzi alla portata di tutte le voci” (con accompagnamento del pianoforte)
M. Davis “20 minute warm-up”
C. Kopprasch 60 Studi per trombone, Vol.1
Peretti Metodo per trombone, I parte
Arban’s famous method for Trombone
A. La Fosse “Vademecum du Tromboniste”
Primo approccio ad alcuni passi orchestrali e a solo del repertorio lirico-sinfonico
Scale diatoniche e cromatiche (anche a memoria)
Altri metodi di pari difficoltà
Esercizi di lettura a prima vista di brani semplici
Esecuzione di brani semplici di diverso genere e stile, anche di repertorio e con l’accompagnamento del pianoforte
Nozioni sulla storia e tecnologia del trombone

Richiedi informazioni sul corso:
Trombone


Acconsento all'utilizzazione dei miei dati personali, secondo quanto previsto nella nota informativa sulla privacy *