Oboe

“... sulla carta sembrava... un niente… un inizio semplice, quasi comico. Appena un palpito… come lo schiudersi di un vecchio cofano… Dopo di che, a un tratto, ecco emergere un oboe. Una sola nota, sospesa, immobile…” (Antonio Salieri)


L’oboe è uno strumento a fiato e appartiene alla famiglia del legni. Ha origini nell’antichità e lo strumento moderno è frutto dell’evoluzione negli anni di vari suoi “antenati” ad ancia doppia. È uno strumento in ebano che ha un timbro morbido e dolce ma allo stesso tempo penetrante.

L’oboe è impiegato molto nell’orchestra classica, negli ensemble di musica da camera, nella musica bandistica e in quella contemporanea, oltre che nella musica da film. È lo strumento che dà il La all’orchestra per accordarsi all’inizio di ogni concerto. In virtù del suo timbro espressivo e delle sue potenzialità tecniche, all’oboe sono affidati numerosissimi assoli operistici e sinfonici e spesso ricopre ruoli solistici.

Grazie alla meccanica agile dello strumento, l’oboe può anche eseguire brani virtuosistici. Oltre che nella musica classica è spesso usato anche nella musica leggera e nella musica da film per sottolineare momenti particolarmente intensi. Famoso è il tema composto da Morricone, “Gabriel’s Oboe”, nella colonna sonora del film “Mission”. L’oboe è utilizzato anche nella musica jazz e nel pop, anche se più raramente rispetto ad altri strumenti.

I BIENNIO
R.Scozzi “Esercizi preliminari per lo studio dell’oboe”
J.Sellner “Metodo per oboe, prima parte, studi elementari”
J.Sellner “Metodo per oboe, seconda parte, studi progressivi di articolazione”
G.Hinke “Elementary Method for Oboe”
L.Bleuzet “La technique du Hautbois”, scale ed esercizi di meccanismo
C. Salviani, “Metodo per oboe”, prima parte, semplici duetti

Scale diatoniche e cromatiche usando tutte le articolazioni (anche a memoria)
Altri metodi di pari difficoltà
Esercizi di lettura a prima vista di brani semplici
Esecuzione di brani semplici di diverso genere e stile, anche duetti o trii
Esecuzione di almeno un brano d’autore
Nozioni sulla storia e tecnologia dell’oboe


II BIENNIO
J.Sellner “Metodo per oboe, seconda parte, studi progressivi di articolazione”
C. Salviani, prima e seconda parte del “Metodo per oboe”
L.Wiedemann, “45 studi per oboe solo”
Ferling, “Studi per oboe”
Paessler, “24 Larghi per oboe”
L.Bleuzet, “La technique du Hautbois”

Scale diatoniche e cromatiche usando tutte le articolazioni (anche a memoria)
Altri metodi di pari difficoltà
Esercizi di lettura a prima vista
Esecuzione di brani di diverso genere e stile
Primo approccio ad alcuni soli d’orchestra, ad alcuni brani di repertorio (con anche l’accompagnamento del pianoforte) e a parti di musica da camera di repertorio
Primi rudimenti sulla costruzione dell’ancia, legatura e scarto iniziale
Nozioni sulla storia e tecnologia dell’oboe


QUINTO ANNO
J.H. Luft “24 studi per due oboi” (studi a scelta fra cui nn. 12, 13 e 16)
F. Richter “10 studi per oboe” (studi a scelta fra cui nn. 2 e 5)
G. Prestini “12 studi su difficoltà ritmiche in autori moderni” (studi a scelta fra cui nn. 4 e 12)
A. Pasculli “15 studi” (studi a scelta fra cui nn. 1, 3 e 7)
L.Bleuzet “La technique du Hautbois”

Scale diatoniche e cromatiche usando tutte le articolazioni (anche a memoria)
Studio di alcuni soli d’orchestra e di brani di repertorio (con anche l’accompagnamento del pianoforte), studio di repertorio di musica da camera, esecuzione di brani di epoche varie
Esercizi di lettura a prima vista di brani di media difficoltà ed esercizi di trasporto non oltre un tono sopra e un tono sotto
Saper costruire l’ancia
Conoscere il corno inglese
Nozioni sulla storia e tecnologia dell’oboe

I BIENNIO
R. Scozzi “Esercizi preliminari per lo studio dell’oboe”
J. Sellner “Metodo per oboe, prima parte, studi elementari”
J. Sellner “Metodo per oboe, seconda parte, studi progressivi di articolazione” (scelta di studi)
G. Hinke “Elementary Method for Oboe”
C. Salviani, “Metodo per oboe”, prima parte, semplici duetti

Scale diatoniche e cromatiche usando tutte le articolazioni fino a 5 diesis e 5 bemolli (anche a memoria) Altri metodi di pari difficoltà
Esercizi di lettura a prima vista di brani semplici
Esecuzione di brani semplici di diverso genere e stile, anche duetti o trii
Esecuzione di almeno un brano d’autore
Nozioni sulla storia e tecnologia dell’oboe


II BIENNIO
J. Sellner “Metodo per oboe, seconda parte, studi progressivi di articolazione”
C. Salviani prima e seconda parte del “Metodo per oboe”
L. Wiedemann “45 studi per oboe solo” (scelta di studi)
Ferling “Studi per oboe”
Paessler“24 Larghi per oboe”

Tutte le scale diatoniche e cromatiche usando tutte le articolazioni (anche a memoria)
Altri metodi di pari difficoltà
Esercizi di lettura a prima vista
Esecuzione di brani di diverso genere e stile
Primo approccio ad alcuni soli d’orchestra, ad alcuni brani di repertorio (con anche l’accompagnamento del pianoforte) e a parti di musica da camera di repertorio
Primi rudimenti sulla costruzione dell’ancia, legatura e scarto iniziale
Nozioni sulla storia e tecnologia dell’oboe

Richiedi informazioni sul corso:
Oboe


Acconsento all'utilizzazione dei miei dati personali, secondo quanto previsto nella nota informativa sulla privacy *