DOCUMENTI DA SCARICARE
- Requisiti di Ammissione Liceo Coreutico a.s. 2019 / 2020
- Abbigliamento Prove Ammissione Liceo Coreutico a.s. 2019 / 2020
- Statino Prove Ammissione Liceo Coreutico a.s. 2019 / 2020

 


REQUISITI DI AMMISSIONE AL LICEO COREUTICO
In linea con quanto disposto dall’articolo 7, comma 2 del D.P.R. 15 marzo 2010, n. 89, l’Accademia Nazionale di Danza definisce il seguente profilo di entrata: l’ammissione al primo anno della sezione coreutica del Liceo Musicale e Coreutico è subordinata al possesso di requisiti fisici e tecnici che consentano allo studente di raggiungere al termine del quinto anno il livello qualitativo richiesto per l’accesso all’Alta Formazione coreutica. Riguardo alla tecnica della danza classica lo studente deve dimostrare di possedere un allineamento posturale bilanciato e una corretta impostazione delle gambe, dei piedi, delle braccia, delle mani, della testa. Deve avere una buona capacità di orientamento nello spazio e uno spiccato senso ritmico. Le conoscenze tecniche devono includere gli elementi di base della sbarra e del centro, la costruzione corretta di tutte le piccole e grandi pose e dei relativi passaggi in equilibrio su una sola gamba. Nel salto, nel giro e nel lavoro sulle punte lo studente deve dar prova di possedere un’impostazione di base e la conoscenza dei passi principali.


REGOLAMENTO MODALITA’ DI AMMISSIONE E VERIFICA DELLE COMPETENZE COREUTICHE
ART. 1 - AMMISSIONI AL PRIMO ANNO

1. Sessioni Per l’ammissione alla frequenza del primo anno è istituita dal Liceo Coreutico una sessione ordinaria di esami per ciascun anno scolastico. Una seconda sessione suppletiva potrà essere istituita per gli allievi che siano stati impossibilitati per motivi di salute documentati a sostenere la prova nella sessione ordinaria, o che siano stati ammessi con riserva di nuova valutazione a seguito di un recupero tecnico mirato, o che abbiano, successivamente allo svolgimento della sessione ordinaria, presentato l’iscrizione al Liceo Coreutico. Le date, stabilite sulla base delle richieste pervenute al Liceo coreutico, sono concordate dal Dirigente Scolastico o suo delegato, con il docente Referente dell’Accademia per le discipline coreutiche dell’Istituto. Presso la sede dell’Accademia sono previste due sessioni straordinarie. Una nel mese di luglio e una nel mese di settembre. Le date, stabilite sulla base delle richieste pervenute al Liceo Coreutico, sono concordate dal Dirigente Scolastico o suo delegato, con il docente Referente dell’Accademia per le discipline coreutiche dell’Istituto.

2. Le ammissioni si svolgono alla presenza della Commissione prevista dall’art. 5 comma 2 della Convenzione. Sono ammessi al Liceo Coreutico gli studenti ritenuti “idonei” in base ai requisiti d’accesso definiti dall’Accademia Nazionale di Danza nel Profilo di entrata a norma dell’art. 7, comma 2 del DPR n. 89/2010, di seguito specificati: “L’ammissione al primo anno della sezione coreutica del Liceo musicale e coreutico è subordinata al possesso di requisiti fisici e tecnici che consentano allo studente di raggiungere al termine del quinto anno il livello qualitativo richiesto per l’accesso all’Alta Formazione coreutica. Riguardo alla tecnica lo studente deve dimostrare di possedere un allineamento posturale bilanciato e una corretta impostazione delle gambe, dei piedi, delle braccia, delle mani, della testa. Deve avere una buona capacità di orientamento nello spazio e uno spiccato senso ritmico. Le conoscenze tecniche devono includere gli elementi di base della sbarra e del centro, la costruzione corretta di tutte le piccole e grandi pose e dei relativi passaggi in equilibrio su una sola gamba. Nel salto, nel giro e nel lavoro sulle punte l’allievo deve dare prova di possedere un’impostazione di base e la conoscenza dei passi principali”. 3.Lo studente che non risulta “idoneo” all’ammissione al primo anno presso il Liceo Coreutico statale o paritario dove ha presentato domanda non può sostenere ulteriore prova di ammissione presso un altro Liceo Coreutico statale o paritario. Lo studente che risulta, invece, “idoneo” all’ammissione al primo anno del Liceo Coreutico, ma non in posizione utile per essere inserito nella classe, può inoltrare domanda di ammissione in tutti i Licei Coreutici che dovessero avere disponibilità di posti.

ART. 2 - AMMISSIONI ALLE CLASSI SUCCESSIVE
1. Lo studente che chiede l’ammissione alle classi successive alla prima, deve preventivamente frequentare, presso il Liceo in cui chiede l’iscrizione, alcune lezioni di Tecnica della danza classica e Tecnica della danza contemporanea nella classe precedente a quella richiesta. Ciò al fine di consentire la valutazione del livello di preparazione tecnica dello studente rispetto ai programmi svolti nella classe in cui si dovrà inserire. La valutazione positiva dei docenti di Liceo delle materie tecniche consentirà allo studente di sostenere la prova d’ammissione di fronte alla Commissione prevista dall’art. 5 della Convenzione.

2. Nel caso in cui la Commissione si esprima per l’ammissione dello studente ad una classe successiva alla prima, l’allievo sarà inserito nella nuova classe come prevede la normativa ministeriale vigente riguardo il passaggio ad un altro percorso di studi. Saranno attivate, ove necessarie, tutte le iniziative per il recupero in itinere al fine di colmare le eventuali lacune con particolare attenzione alle materie specifiche. Nel caso in cui la commissione giudichi l’allievo non in possesso della preparazione tecnica adeguata per la classe per la quale tenta l’ammissione, ma che venga ritenuto in possesso dei requisiti tecnici richiesti per frequentare la classe precedente, la commissione potrà ammettere lo studente in una classe inferiore. 3.Il risultato positivo dell’ammissione consente allo studente di iscriversi unicamente presso il Liceo Coreutico in cui ha sostenuto la prova.

ART.3 - VERIFICHE DI AMMISSIONE, VERIFICHE DI PASSAGGIO DAL I AL II BIENNIO, VERIFICHE ANNUALI
1. La Commissione della prova di ammissione al primo anno compilerà un verbale riepilogativo delle modalità adottate per la verifica e dei criteri di valutazione, nonché predisporrà un’apposita scheda di “Certificazione delle competenze in entrata” per ciascuno studente esaminato. Redigerà poi l’elenco dei candidati ammessi e quello, eventuale, dei candidati non ammessi. Il risultato positivo della “Certificazione delle competenze in entrata” darà luogo alla formazione di una graduatoria interna che potrà anche essere utilizzata dal Liceo in presenza di un numero limitato di posti disponibili.

2. La verifica orientativa per il passaggio dal 1° al 2° biennio si svolge preferibilmente tra maggio e giugno, prima dello scrutinio di fine anno scolastico, con il conseguente orientamento tra Sezione Danza classica o Sezione Danza contemporanea. Lo studente è valutato sulla base del percorso svolto nel biennio, dei voti ottenuti nelle due tecniche e del giudizio globale dei docenti di Tecnica della danza classica e di Tecnica della danza contemporanea. La verifica di passaggio consiste nell’esecuzione collettiva di una lezione di Tecnica della danza classica e di una lezione di Tecnica della danza contemporanea, svolte sul programma predisposto dai docenti delle suddette discipline. La Commissione avuto riguardo degli esiti delle verifiche, delle indicazioni dei docenti e delle aspirazioni degli allievi, formulerà il giudizio di orientamento che dovrà essere adeguatamente motivato. 3.Le verifiche annuali previste per l’ammissione dei candidati esterni al 2° anno del Primo biennio, al 1° e al 2° anno del Secondo biennio e al 5° anno, si svolgono di norma tra maggio e giugno con la supervisione del docente Referente dell’Accademia per le discipline coreutiche dell’Istituto.

ART. 4 - PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DELLE DISCIPLINE COREUTICHE
1. La programmazione didattica annuale delle discipline tecniche e dei laboratori ad esse afferenti è a cura dei docenti titolari delle materie specifiche che, tenuto conto del livello di “entrata” della classe, delle Indicazioni nazionali del D.M. 211/2010 e delle indicazioni dell’Accademia Nazionale di Danza, sono responsabili del raggiungimento degli obiettivi specifici di apprendimento, annualmente monitorati dal docente Referente dell’Accademia per le discipline coreutiche dell’Istituto. I docenti di tutte le discipline dell’indirizzo coreutico, comprese quelle a carattere teorico (Teoria e pratica musicale per la danza, Storia della danza, Storia della musica), sono tenuti a consegnare, per opportuna informazione, copia della programmazione didattica annuale al docente Referente dell’Accademia entro il mese di dicembre dell’anno scolastico in corso.

2. Il processo di convergenza tra Liceo Coreutico ed Accademia Nazionale di Danza, per quanto attiene la definizione dei livelli di competenze teoriche e pratiche, renderà unitaria e pressoché uniforme, sul piano nazionale, la Programmazione delle discipline coreutiche nel Piano dell’Offerta Formativa di ciascun istituto.